Storia

Le Acli sono divenute internazionali accompagnando il cammino che i lavoratori Italiani hanno fatto lungo il percorso delle faticose vie dell'emigrazione, fornendo ad essi servizi di tutela e di formazione.
Contemporaneamente, il Movimento intensificava negli anni i rapporti con organismi internazionali con scambi e programmi comuni,sviluppando una rete di presenza associativa nel mondo, rappresentando così una significativa testimonianza a difesa dei diritti sociali, assistenziali, previdenziali, culturali e di rappresentanza dei nostri emigranti.
Alla fine degli anni '80, con la II Conferenza dell'Emigrazione su "Gli italiani che vivono il mondo", esauriti i massicci flussi migratori, si apriva un contesto completamente nuovo. Cresceva la tendenza all'integrazione nei Paesi ospitanti, si manifestava la diversificazione dei problemi in rapporto alle condizioni socio-economiche locali e alla composizione delle comunità italiane presenti nel territorio che cominciavano a registrare segni di "invecchiamento". Permaneva comunque forte la domanda di rafforzamento dei legami culturali con l'Italia.
Inizia fin da allora un ripensare il ruolo stesso delle comunità aclista nel mondo. Un ruolo che da una parte rispondesse alle problematiche che minacciavano la pace e accrescevano le ingiustizie sociali nei Paesi lontani e vicini, e dall'altra affermasse e concretizzasse forme di solidarietà e sostegno alla cooperazione internazionale.
Già nel 1985, le ACLI promuovono l'IPSIA (Istituto Pace Sviluppo e Innovazione Acli)...

Dall'emigrazione alla FAI
(pagine tratte da "Le ACLI in Europa e nel Mondo", a cura di Sonia Stefanovichj, FAI, Editoriale Aesse, Roma, 2000)

L'internazionalità delle ACLI per una cittadinanza globale
(documento prodotto dalla FAI e dal Dipartimento "Rete mondiale aclista" in occasione dell'Assemblea generale della FAI del 17 giugno 2009)

30/09/2016
Eurostat. Mercato del lavoro: metà delle donne italiane sono fuori
>>

21/07/2016
Giornata Mondiale della Gioventù 2016
>>

21/07/2016
Italia. Al via l’attuazione della direttiva europea sul distacco transfrontaliero
>>

21/07/2016
Migranti, l'accordo con la Turchia che imbarazza l'Ue
>>