Riacquisto cittadinanza: riprende l'esame dei disegni di legge

21/07/2016

La scorsa settimana è ripreso in Senato l’esame dei ddl presentati dai senatori eletti all’estero in materia di riacquisto della cittadinanza da parte dei connazionali emigrati. In merito, vi proponiamo di seguito il particolareggiato resoconto dell'agenzia Aise e il calendario odierno della Commissione Affari Costituzionali...


ROMA aise - La scorsa settimana è ripreso in Senato l’esame dei ddl presentati dai senatori eletti all’estero in materia di riacquisto della cittadinanza da parte dei connazionali emigrati.
All’esame della Commissione Affari Costituzionali, alla presenza dei sottosegretari per l'interno Manzione e alla Presidenza del Consiglio Rughetti, i ddl presentati dai senatori Giacobbe (Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, recante nuove norme sulla cittadinanza); Di Biagio (Introduzione dell'articolo 17-quater della legge 5 febbraio 1992, n. 91, concernente il riacquisto della cittadinanza da parte degli italiani emigrati all'estero e dei loro discendenti); Longo (Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, in materia di riacquisto della cittadinanza da parte delle donne che l'hanno perduta a seguito del matrimonio con uno straniero e dei loro discendenti – e Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, in materia di riconoscimento della cittadinanza italiana ai cittadini stranieri di origine italiana); e Zin (Proroga dei termini e nuove disposizioni per il riacquisto della cittadinanza da parte degli Italiani emigrati all'estero e dei loro discendenti – e Modifica all'articolo 1 della legge 5 febbraio 1992, n. 91, in materia di reintegrazione della cittadinanza in favore delle donne che l'hanno perduta a seguito del matrimonio con uno straniero e dei loro discendenti).
L’esame di questi ddl si era interrotto a gennaio 2015: allora, il testo del senatore Giacobbe, come ricordato dal relatore Mancuso (AP), era stato scelto come testo base e al suo esame erano stati aggiunti anche il ddl Di Biagio e il primo presentato da Longo (quello sulle donne sposate a straniero). Nella seduta della scorsa settimana, i senatori hanno deciso di trattare insieme tutti i ddl, anche i tre presentati per ultimi.
Mancuso, quindi, ha spiegato ai colleghi che il primo dei due ddl presentati dal senatore Zin (Maie) dispone una nuova proroga, della durata di tre anni, del termine per la presentazione della dichiarazione volta ad ottenere il riconoscimento della cittadinanza italiana da parte di coloro che l'hanno persa ai sensi dell'articolo 17, comma 1, della legge n. 91 del 1992.
I termini del riacquisto della cittadinanza per coloro che risiedono all'estero, come previsti dalla legge n. 91 del 1992 – ha ricordato Mancuso – “sono scaduti con l'ultima proroga il 31 dicembre 1997. La riapertura dei termini riguarda anche i discendenti degli ex cittadini italiani, in linea retta fino al secondo grado, purché dimostrino la conoscenza della lingua e della cultura italiane superando un test di cultura civica da effettuare presso gli istituti italiani di cultura all'estero”.
Il secondo ddl a firma Zin “modifica l'articolo 1 della legge n. 91 del 1992 ed estende la cittadinanza italiana alle donne che l'hanno perduta a seguito di matrimonio con cittadini stranieri, anche se contratto prima del 1° gennaio 1948. Riconosce, inoltre, il diritto di cittadinanza ai figli di queste donne nati anteriormente al 1° gennaio 1948, eliminando definitivamente la disparità di trattamento tra cittadini sorta per effetto della legge n. 55 del 1912 e tuttora presente nell'ordinamento”.
continua... (sito Aise)


Seguito dell'esame congiunto dei disegni di legge:
1. GIACOBBE ed altri. - Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, recante nuove norme sulla cittadinanza
(Pareri della 2ª, della 3ª, della 5ª, della 14ª Commissione e della Commissione parlamentare per le questioni regionali)

2. DI BIAGIO. - Introduzione dell'articolo 17-quater della legge 5 febbraio 1992, n. 91, concernente il riacquisto della cittadinanza da parte degli italiani emigrati all'estero e dei loro discendenti
(Pareri della 2ª, della 3ª, della 5ª e della 7ª Commissione)

3. Fausto Guilherme LONGO. - Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, in materia di riacquisto della cittadinanza da parte delle donne che l’hanno perduta a seguito del matrimonio con uno straniero e dei loro discendenti
(Pareri della 3ª e della 5ª Commissione)

4. ZIN. - Proroga dei termini e nuove disposizioni per il riacquisto della cittadinanza da parte degli Italiani emigrati all’estero e dei loro discendenti
(Pareri della 2ª, della 3ª, della 5ª e della 7ª Commissione)

5. ZIN. - Modifica all'articolo 1 della legge 5 febbraio 1992, n. 91, in materia di reintegrazione della cittadinanza in favore delle donne che l'hanno perduta a seguito del matrimonio con uno straniero e dei loro discendenti
(Pareri della 3ª e della 5ª Commissione)

6. Fausto Guilherme LONGO. - Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, in materia di riconoscimento della cittadinanza italiana ai cittadini stranieri di origine italiana
(Pareri della 3ª e della 5ª Commissione)

- e della petizione n. 777 ad essi attinente
- Relatore alla Commissione MANCUSO


30/09/2016
Eurostat. Mercato del lavoro: metà delle donne italiane sono fuori
>>

21/07/2016
Giornata Mondiale della Gioventù 2016
>>

21/07/2016
Italia. Al via l’attuazione della direttiva europea sul distacco transfrontaliero
>>

21/07/2016
Migranti, l'accordo con la Turchia che imbarazza l'Ue
>>