Italia. Povertà: la Camera approva le norme di contrasto, soddisfazione dell’Alleanza

Roma 20/07/2016

«L'Alleanza contro la povertà considera un deciso passo in avanti l'approvazione alla Camera della delega sulla povertà che istituisce il Reddito di inclusione». Lo ha ribadito al ministro del lavoro e delle politiche sociali Giuliano Poletti una delegazione dell'Alleanza contro la povertà alla conferenza stampa convocata al ministero per illustrare l’approvazione del provvedimento...

Roberto Rossini, presidente delle Acli - promotrici con Caritas dell'Alleanza, ha preso parte all'incontro. Di seguito il comunicato diffuso al termine.

«L'Alleanza esprime soddisfazione per una decisione storica che scaturisce da una proficua collaborazione con Ministero del Lavoro, Governo e Parlamento, che ha portato il Legislatore ad accogliere il progetto del Reddito di inclusione.

L'Alleanza continuerà a seguire con proprie osservazioni e proposte l'iter legislativo al Senato. In vista di tale passaggio rivolge a tutti i componenti dell'Assemblea di Palazzo Madama un appello alla responsabilità di fronte al problema della povertà, confermato nella sua gravità dai recenti dati Istat.

In particolare l'Alleanza chiede l'estensione universale delle misure adottate contro la povertà, superando un carattere di categorialità, accompagnate da una adeguata copertura finanziaria che dovrà essere confermata, e il più possibile rafforzata, nella prossima legge di stabilità, in modo da consentire il celere avvio di un piano organico e pluriennale di lotta alla povertà.

L'Alleanza chiede, come parte integrante del Reddito di inclusione, una particolare attenzione allo sviluppo dei Servizi necessari a sostenere i percorsi d'inclusione socio-lavorativa dei beneficiari».
(Fonte: Acli)

11/05/2017
Dibattito a due voci sulla "questione siriana"
>>

30/09/2016
Eurostat. Mercato del lavoro: metà delle donne italiane sono fuori
>>

21/07/2016
Giornata Mondiale della Gioventù 2016
>>

21/07/2016
Italia. Al via l’attuazione della direttiva europea sul distacco transfrontaliero
>>